Dopo un vibrante testa a testa l’Emt batte Rovigo e la supera in classifica al quarto posto!

Davvero ci mancano gli aggettivi per descrivere la prova, tutta orgoglio e concentrazione, delle ragazze di Jogan che, nonostante una condizione complessiva di salute tutt’altro che brillante, riescono ad infilare l’ottava vittoria consecutiva dopo una bellissima partita contro le dirette avversarie della Rhodigium.  È una perla realmente pregiata quella conquistata dalle gialloblù triestine in terra veneta che in un’ unica mossa vendicano la sconfitta dell’andata e, grazie alla favorevole differenza canestri, si piazzano al quarto posto, in piena zona play –off, superando in classifica proprio Rovigo.

Dopo due mesi di assenza dai parquette l’Emt finalmente recupera Francesca Manin (molto positiva la sua prova), ma oltre alle infortunate Capolicchio e F. Policastro, non può schierare neanche Stefania Filippas (motivi di lavoro) e schiera in precarie condizioni di salute sia Darma Milic che Alice Policastro.

Nel primo quarto, dopo una breve fase di studio, sono le triple di Milic e Samez a dare alle ospiti triestine un leggero vantaggio 14 – 11.

Nel secondo quarto continua un grande equilibrio in campo (19 – 19 al 5’) con gli attacchi in evidente difficoltà grazie anche alle difese molto aggressive. Il finale del quarto è ancora molto equilibrato seppur le triestine non riescono a giocare come dovrebbero, ma per fortuna riescono a restare attaccate alle padrone di casa grazie ad un canestro da sotto della giovane Tence e con due tiri liberi della Samez.

Nel terzo quarto sono le rodigiane a staccarsi due volte (37 – 33 e 41 – 35) ma con 5 punti consecutivi di Samez prima e con una bomba di Chiara Manin poi l’Emt finisce il quesrto di nuovo sul -1.

Nell’ultimo quarto la partita sale di qualità; per l’Emt sale in cattedra una monumentale Roberta Castelletto, mentre per le padrone di casa Pegoraro fa capire a tutti il perché abbia per anni calcato con successo i campi di categorie superiori. L’Emt riesce a prendere un piccolo vantaggio (grazie anche a dei canestri importantissimi della Sacchi) e lo mantiene fino a 10’’ alla fine quando, dopo un fallo ingenuo sulla Pegoraro, la numero 4 di Rovigo infila un 2/2 e nel conseguente attacco Milic non riesce a segnare. Overtieme.

Il supplementare si apre bene per le venete che con un 4 – 0 firmato Bergamin costringono Jogan a chiamare subito time out. Dall’uscita dello stesso le gialloblù optano per la difesa a zona che manda in confusione la formazione di Ventura. Seppur cariche di falli e soprattutto con il fiato corto, le ragazze dell’Oma tirano fuori le ultime forze che hanno e, grazie alla grande precisione ai liberi, portano  a casa una vittoria che vale il doppio.

Nel team di Jogan, oltre all’MVP Castelletto, una menzione speciale la merita Darma Milicche, seppur in precarie condizioni di salute e con un solo allenamento alle spalle, ha dato tutto quello che aveva. Ma questa vittoria è figlia di tutta la squadra, del cuore e del carattere di tutte le protagoniste che sono scese in campo.

Sabato sera (ore 20.30) arriva ad Altura l’Interclub Muggia che, dopo l’acquisto di Vida, è diventata una vera a propria corrazzata. Di una cosa siamo però certi: questa Emt venderà cara la pelle alle cugine rivierasche.

 Rhodigium Rovigo – Emt Oma 66 – 70 (11 – 14; 26 – 25; 43 – 42)

OMA: Castelletto 21, Milic 18, F. Manin 4, C. Manin 3, Sacchi 6, Abrami 6, A. Policastro 1, Tence 2, Tiberio, Samez 9. All.: Jogan

Tiri liberi: 24/29

RHODIGIUM: Pegoraro 24, Bergamin 14, Vantini 8, Turri 4, Malin 2, Veronese 6, Zamboni, Masara 2, Manesco, Viviani 2, Cappellato 2. All. Ventura

Tiri liberi: 24/39

Arbitri: Allegro D. e Toffano F.

 

LA CLASSIFICA

Ponzano e Muggia 28; Bolzano 26; EMT OMA e Rovigo 22; Sarcedo e Rivana 20; Padova 14; Montecchio 12; Treviso, Ginnastica Ts e Monfalcone Casarsa; Junior S. Marco e Mirano 6.

Fonte: Oma basket

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •